Trasuta e sposa (Agosto)

Grandissimo successo e forte partecipazione hanno ottenuto le Edizioni passate del Musical nato nel nostro paese “Trasuta e Sposa”. Una sfilata di abiti da sposa, il ricordo di attimi passati, un’atmosfera magica, questi gli ingredienti della serata. La manifestazione si inserisce in un progetto (iniziato qualche anno addietro) e finalizzato alla riscoperta delle antiche tradizioni. “Trasuta e Sposa” racconta le trasformazioni del rito del matrimonio; la “Trasuta” (entrata ufficiale dello sposo a casa della sposa), la serenata, il giorno delle nozze, e i cambiamenti avvenuti nella moda che hanno mutato l’abito nuziale, in sintonia con i cambiamenti storici e sociali. A raccontare la storia e ad indossare gli sfarzosi abiti saranno le donne locali che si caleranno nella parte come nel giorno più elettrizzante dell’esistenza.

L’evento rientra nell’importante progetto “Giornata Nazionale del Dialetto e delle Lingue Locali”, accreditato presso il Comitato Intergovernativo UNESCO per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale.

L’obiettivo primario è quello di conservare la memoria storica legata alle condizioni ambientali, alle consuetudini e alle necessità primarie della popolazione di Opi, presenti fino a poco più di un secolo fa e contribuire nel contempo, a promuovere il turismo attento alle caratteristiche peculiari, impegnando così, l’intera popolazione.

«Nel mondo ogni 14 giorni scompare una lingua locale portando dietro di sé tradizioni, storia, cultura – ha detto il Presidente dell’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia, Claudio Nardocci – Le Pro Loco hanno raccolto questo grido d’allarme sul fenomeno. Le lingue locali sono il collante che ci lega alle nostre radici».