Dizionario Opiano – M

M’èja = devo

Macardè = espressione che fa pensare al peggio, qualcosa che potrebbe accadere, contro la propria volontà (che Dije ‘ne voglja)

Macare = magari (fosse le Dije) beato te 

Maccarenata = grassa mangiata di maccheroni, abbuffata di maccheroni

Maccarune = maccheroni alla chitarra, pasta fatta in casa con una specie di chitarra in legno con fili d’acciaio

Macchiole = toponimo di Opi

Macchja = macchia o radura del bosco oppure un disonore

Macchjà = macchiare

Macenà = macinare il grano, andare al mulino per fare la farina

Macena = mola

Macenelle = macinino per tritulare il caffè

Macerie = toponimo di Opi, là dove avvenne il 19 novenbre 1943 il borbardamento e dove morirono 49 persone di Opi di cui 13 di Opi ed altri dei paesi vicini che erano stati dichiarati sfollati e mandati ad Opi, luogo ridotto in macerie oggi piazza e monumento ai caduti di tutte le guerre, sia civili che militari

Macerina = muro di pietre a secco, venivano costruite lungo le strade e per segnare i confini di campi, con pietre ricavate dalla ripulitura dei campi stessi

Machena = macchina, vettura

Macre/a =  snello/a, esile (era macre quide presutte, ma era bbone)

Maddemane = questa mattina, stamane

Maddorme = mi metto a dormire (mo maddorme)

Madòsca = Madonna, imprecazione che veniva usata nella bestemmiare la Madonna

Mà = mamma, espressione che si usa per chiamare la mamma

Mafara = dare uno schiaffo, uno scappellotto

Maffiosa = elegante nel comportamento e nel vestire, persona di bella presenza si essa maschio che femmina

Maffiuse = uomo elegante

Maffja = mafia

Magge = maggio

Magliocche = un nodo da sciogliere, arrotolato male, sostanza compatta a forma di gomitoli, ammassata

Magna a scasce = persona che mangia senza pagare

Magnà = mangiare (‘ne magna pe’ ‘ne cacà)

Magnadora = mangiatoia animali, muli, cavalli, asini e mucche ubicate nei pagliai

Magnapane = mangiapane, persona che mangia a sbafo, senza che se lo merita (quide è ‘ne pagnapane a trademende)

Magnarrja = mangerei (me magnarrja ‘na pagnotta i pane)

Magnata = mangiata (me sò fate ‘na magnata)

Magnate = mangiato (cotte i magnate)

Magneletta = inganno, presa in giro, modo di fare non simpatico

Magnèsse = mangerei (me magnèesse o maggnarrja tutte quelle che trove pe’ quanda fame tenghe)

Magnèt =mangiate

Magnèva = mangiava

Magnjà = mangiare (mo, voglje magnà, doppe, ne vedeme)

Magnjatare = mangiatore, persona che mangia tanto

Majagna = magagna, difetto, vizio, parte di cosa macchiata

Maje = mai

Majése = maggese, deriva da maggio, aratura della terra per la semina

Majéstre/a = maestro/a

Malaccio = si dice di chi ha il tumore

Malacrjanza = maleducato, comportamento ineducato, comportamento non a modo, disubbidire ad una persona

Malajerva = erba infestante da estirpare nel campo

Malamènde = maleducato, cattivello, cosa non buona, che non va oppure persona cattiva (malamente n’ce stenghe, ma n’stenghe manche tante bbone)

Malanquenja = malinconia

Malaparata = niente di buono, imminente rischio, si presenta in modo non conforme, malamente

Malatesta = persona poco affidabile, testa matta

Malatja = malattia

Malavizze = vizio, fanciullo o persona viziata